Che Kairos!

Home Che Kairos!

"Un nemico comune: Covid-19"

Strade vuote, sguardi persi, attimi di silenzio che fanno paura, questo è quello che si percepisce in questi giorni di panico e tristezza.

Ogni anno ci auguriamo che l’anno nuovo sia migliore, ci imponiamo nuovi propositi e pensiamo a possibili progetti futuri, ma quest’anno è successo qualcosa di inaspettato: una minaccia più grande di noi ha sconvolto il mondo intero, ci ha messo davanti un muro difficile da abbattere.

La nostra vita è stata ribaltata: scuole chiuse, dipendenti a casa, viaggi cancellati e vacanze annullate. La paura è tanta, nessuno era pronto a tutto questo, ora tutto è fermo, gli spostamenti sono limitati e viene imposto di rimanere a casa.

Siamo stati privati della nostra quotidianità, la nostra vita è a misura di stanza, forse solo così ci rendiamo conto delle piccole cose che adesso ci mancano: un abbraccio, una stretta di mano e parlarsi dal vivo e non da uno schermo.

Sentirsi dire da una nonna di 95 anni che una cosa del genere non era mai accaduta prima d’ora mette i brividi, una donna che ha vissuto una guerra mondiale ed ha passato una vita piena di difficoltà, che di fronte ad una situazione così surreale, rimane senza parole quanto me, che sono su questo pianeta da meno di vent’anni.

Non sappiamo quanto possa durare questa situazione, ma so che è importante non darsi per vinti, siamo il nostro futuro e sono certo che questo periodo ci farà crescere e ci aiuterà a riscoprire il valore delle cose, che normalmente sono considerate inutili, troppo “piccole” per poterci dare peso.

Ci ritroviamo in una realtà che non ci appartiene e siamo impazienti di ritornare alla normalità, ci sentiamo imprigionati nelle nostre stesse case.

Ci è stata donata l’occasione di passare più tempo assieme ai nostri familiari, dedicarci alle passioni e agli hobby che nel periodo lavorativo o scolastico spesso trascuriamo, vedere i film e le serie TV che più ci piacciono e i vecchi video d’infanzia.

Non durerà per sempre, ci sarà il giorno in cui accadrà il miracolo che tutti stiamo aspettando, il giorno in cui verrà trovato un vaccino per combattere questo virus e le apposite cure, allora saremo pronti per ripartire e tornare alla vita più savi e più consapevoli del valore dell’esistenza.

 

 

Autore:  Federico Milanese