Che Kairos!

Home Che Kairos!

LA BELLEZZA


“LA BELLEZZA FRAGILE E ZOPPICANTE, QUEL MISTO DI MERAVIGLIA E MALINCONIA, D’INCANTO E DISINCANTO CHE ABITA I NOSTRI CUORI E LE NOSTRE MENTI.”

(L’arte di essere fragili- A. D’avenia)

 

Tutti possediamo questa bellezza, spesso accompagnata da fragilità. Molte volte la nascondiamo pensando sia una debolezza, altre volte la mettiamo in mostra tramite le nostre azioni virtuose. Ho sempre pensato che bellezza sia sinonimo di fragilità e purezza.

Questo dono spesso è “zoppicante” perché nascosto fra le pieghe dell’oscurità che ci abita.

Malinconia e meraviglia paiono quasi ossimori, ma sono entrambe necessarie ed indispensabili per vivere il buio dei nostri giorni e dare luce alla felicità dei nostri passi quotidiani . 

Credo che non esista malinconia senza meraviglia, nella commozione della quale si cela la malinconia dei momenti più dolorosi, che trovano finalmente una via di guarigione. 

Ecco che si fa largo anche la nostalgia, che ci permette di vivere più intensamente i ricordi di chi ci lascia, di chi lasciamo e di chi perdiamo per inseguire sogni o cambiare direzione di vita. Anche il lutto ad un certo punto diventa un semplice ricordo doloroso, ma lontano. 

Il nostro cuore e la nostra mente sono collegati, se il primo agisce di istinto la testa lo fa ragionare, se la mente prende decisioni forti e brusche, il cuore cerca di mettere qualche goccia di amore. La testa vive di razionalità, il cuore di follia. La mente elabora emozioni e sensazioni e cerca di capire se può fidarsi, il cuore si limita ad ascoltare.

Il vero ascolto è un’arte, imparare a farlo è una vera vertigine, che ci porta fuori da noi stessi e ci immerge nell’Infinito che ci circonda.

 

 

 

Autore:  Senisi Ilenia

 

 

 

Scroll Up